‘Tempi nuovi’ in Slovenia

Il design sloveno è stato tra i protagonisti a Milano della Design Week, chiusasi lo scorso 12 giugno, negli spazi di Opificio 31 in via Tortona con la mostra New Times (Made in Slovenia).

Nelle linee, nelle idee e nei pezzi in esposizione, l’anima di una nazione giovane e moderna e i concetti puliti, essenziali, inclusivi, che ne fanno uno dei Paesi più vivibili in Europa.

Scarica allegati

FileDim.
doc cs_13_22_DESIGNc2 MB

Per richiedere le foto in alta risoluzione inviare un’e-mail a info@openmindconsulting.it

Torino, 16 giugno 2022 – Un modo diverso di leggere una destinazione. Visitarla non significa solo assaporarne i sapori, scoprirne i centri storici o esplorarne i percorsi outdoor. Il turista più esigente e attento, ma anche curioso, vuole coglierne aspetti più intimi, prodotti più ricercati, momenti più esclusivi. E il design, per una nazione giovane e dinamica come la Slovenia, è una chiave di lettura preziosa e particolare per comprenderne meglio i sentimenti che la guidano e la direzione che ha preso.

Tempi nuovi” è il titolo della mostra di designer sloveni che ha animato la sempre attesissima “week” milanese, conclusasi di recente. Tempi nuovi che guardano al futuro e con cui si intende chiudere un passato prossimo di isolamento, tristezza, paura pandemiche.

Il Centro per la Creatività (CzK) sloveno riunisce una serie di designer del Paese, giovani e motivati, che hanno portato a Milano opere e produzioni con cui hanno inteso rompere con abitudini sociali consolidate, spesso anche negative. Attraverso i loro prodotti, i designer criticano sistemi economici e sociali esistenti. Propongono nuovi usi, nuove funzionalità e materialità, nonché la cura per ambienti e società sani. Cura e tutela ambientali messe in atto dalla Slovenia da anni, best practises che hanno procurato al Paese una serie innumerevole di riconoscimenti in ambito turistico, portandolo ad essere identificato come Cuore Verde d’Europa e destinazione Best in Travel 2022 di Lonely Planet.

A questo va aggiungersi Lubiana, Best European Destination 2022: città per anime curiose e avventurose. Scrigno di segreti culturali e gioie naturali, la fiera capitale verde della Slovenia accoglie, infatti, da tempo delegazioni di consulenti ambientali, sindaci e urbanisti che la visitano per comprenderne il miracolo verde: prima di altre città europee, ha infatti optato per un centro storico interamente pedonale e pratiche urbanistiche sostenibili e moderne.

I designer sloveni sono alla ricerca di modi per riconnettere le persone in una comunità, motivarle a guardare in alto, fuori dai loro schermi, e ricominciare a socializzare.

Il loro messaggio è il seguente: dopo che siamo stati separati dalla pandemia, dalla discriminazione, dai razzismi e dai nazionalismi, dalla sfiducia nelle istituzioni statali, dalla stratificazione economica e dai cambiamenti climatici, è il design quello che può riportarci insieme.

Per fare qualche esempio: con i suoi vasi Olive Brina Steblovnik aspira a preservare e sviluppare le capacità manuali di modellatura del vetro che stanno gradualmente scomparendo a causa della robotizzazione. Il tappeto Pra di Darja Malešič e il moderno autoritratto ricamato SELFI dell’associazione Zavod Oloop coinvolgono i loro utenti con il lavoro manuale come strumento per la valorizzazione personale e della comunità.

La “sedia da un milione e mezzo” di Primož Jeza, è realizzata con banconote sminuzzate: tratta il denaro come un materiale di scarto generato da una società eccessivamente industrializzata che ha smaterializzato il denaro. I designer Miha Artnak e Srđan Prodanović sono convinti che possiamo unirci in una società sotto la bandiera comune del pianeta Terra solo lasciando da parte le nostre differenze culturali, nazionali e di altro tipo rappresentate dai simboli nazionali.

Spunti, suggestioni, lavori e messaggi che raccontano un Paese e le sue genti e che indicano la precisa direzione verso cui la Slovenia sta dirigendosi, dimostrandosi sempre più destinazione aperta, moderna e all’avanguardia. Non è un caso che proprio in Slovenia sia stata realizzata per la prima volta nel 1963 la Biennale del disegno industriale, BIO, considerata la più antica d’Europa.

   

BIO – https://www.bio.si/
La Biennale del disegno industriale (BIO) è un progetto di produzione ed esposizione che, attraverso il processo di sviluppo di opere di design, intende scoprire le potenzialità del design contemporaneo. In quanto piattaforma internazionale per nuovi approcci al design, ogni edizione di BIO è sempre in linea con gli ambienti locali e globali. Fondata nel 1963 quale prima biennale di design in Europa, BIO accompagna il design dall’industrializzazione e modernizzazione al suo sviluppo in una disciplina che permea tutti gli strati della vita e dell’attività umana.

Oggi, BIO funge da banco di prova, in cui il design viene utilizzato come strumento per migliorare e trasformare la vita quotidiana tra diversi approcci multidisciplinari al design stesso. Tali approcci comprendono i sistemi, la produzione, i servizi, la ricerca scientifica, l’umanesimo e le condizioni inaspettate che vanno a creare il nostro spazio vitale. Con i suoi progetti, BIO si impegna a creare strutture flessibili che possano evolversi nel tempo e continuare oltre la fine della biennale.

 

Ente Sloveno per il Turismo in Italia Tel: + 39 02 29511187 – 02 29514157
Galleria Buenos Aires, 1 – 20124 Milano
milano@slovenia.info www.slovenia.info

PRESS ROOM

ALTRI COMUNICATI STAMPA

CONTATTI

SCOPRI OPEN MIND CONSULTING

Vieni a conoscere il mondo di Open Mind Consulting, contattaci per avere maggiori informazioni sui servizi offerti.



Per proseguire occorre prestare il consenso al trattamento dei dati per tutte le finalità meglio descritte nell'informativa resa ex art. 13 Regolamento UE 679/2016

Acconsento al trattamento dei miei dati personali per le finalità di cui all'informativa (Privacy Policy)

Acconsento a ricevere materiale pubblicitario inerente le attività, i servizi e prodotti di OPEN MIND CONSULTING SRL (Materiale Promozionale)

Acconsento a ricevere materiale informativo (c.d. newsletter)